I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito. - Maggiori informazioni
Cercare Agenti
 
 
Area Aziende
 
Username
Password
 Ricorda la password
Password dimenticata ?

 


Area Agenti
 
Username
Password
 Ricorda la password
Password dimenticata ?

 

HOME

 Normativa Agenti


Annunci agenti per regione

Annunci agenti Abruzzo (763)
Annunci agenti Basilicata (612)
Annunci agenti Calabria (592)
Annunci agenti Campania (754)
Annunci agenti Emilia Romagna (1166)
Annunci agenti Friuli Venezia Giulia (823)
Annunci agenti Lazio (980)
Annunci agenti Liguria (856)
Annunci agenti Lombardia (1397)
Annunci agenti Marche (840)
Annunci agenti Molise (642)
Annunci agenti Piemonte (1030)
Annunci agenti Sardegna (582)
Annunci agenti Sicilia (625)
Annunci agenti Trentino (825)
Annunci agenti Toscana (981)
Annunci agenti Umbria (741)
Annunci agenti Valle d'Aosta (677)
Annunci agenti Veneto (1166)
Annunci agenti Estero (434)
Annunci agenti Puglia (286)

Agenti e Repubblica di San Marino

Nell’ambito della disciplina IVA la prestazione di servizi resa in Italia da un agente di commercio a favore di un operatore domiciliato nella Repubblica di San Marino è da considerarsi non imponibile ai sensi del combinato disposto dell’art. 72, co. 2 e dell’art. 9, co. 1, n. 7), D.P.R. 633/1972. Ne consegue che al fattura emessa (esente dall’imposta di bollo) deve recare la dicitura “operazione non imponibile ai fini IVA ai sensi dell’art. 9, co. 1, n. 7), D.P.R. 633/1972”. Al riguardo si ritiene opportuno sottolineare che l’effettuazione di tale prestazione consente la detrazione dell’IVA pagata sugli acquisti e sulle importazioni nell’esercizio d’impresa. Inoltre, è da tenere presente che entro il limite delle provvigioni fatturate nell’anno precedente con il regime di “non imponibilità” e a condizione che queste siano superiori al 10% del volume d’affari, l’agente di commercio può effettuare acquisti in sospensione dal pagamento dell’IVA, compresi quelli relativi a beni strumentali, ma con la sola esclusione di quelli aventi ad oggetto immobili ed aree edificabili. Va, quindi, evidenziato che la Repubblica di San Marino non ha stipulato finora convenzioni internazionali per evitare le doppie imposizioni e secondo la normativa fiscale vigente nella Repubblica medesima gli operatori sammarinesi esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo, quando corrispondono a soggetti residenti all’estero provvigioni per prestazioni di agenzia e di rappresentanza, devono operare, nella veste di sostituti d’imposta, una ritenuta, a titolo d’imposta, nella misura del 3%. In questo caso, secondo la normativa italiana, l’agente di commercio ha la possibilità di recuperare come credito d’imposta la ritenuta del 3% subita a San Marino a titolo definitivo. Ciò puntualizzato, è da evidenziare che in fattura va esposta la ritenuta a titolo d’imposta pari al 3%, calcolata sulle provvigioni.

 

<< Normativa agenti

fonte quivenditori



Link Consigliati: Sito Gratis - Annunci e Offerte di Lavoro - Software Gestionale  - Software Agenti  - Software Fatturazione  - Software E-Commerce

© CercareAgenti.it
Il Portale Italiano degli Annunci e delle Offerte di Lavoro per Agenti di Commercio, Rappresentanti e Ricerca Venditori

Contattaci