I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito. - Maggiori informazioni
Cercare Agenti
 
 
Area Aziende
 
Username
Password
 Ricorda la password
Password dimenticata ?

 


Area Agenti
 
Username
Password
 Ricorda la password
Password dimenticata ?

 

HOME

 Normativa Agenti


Annunci agenti per regione

Annunci agenti Abruzzo (739)
Annunci agenti Basilicata (593)
Annunci agenti Calabria (573)
Annunci agenti Campania (732)
Annunci agenti Emilia Romagna (1121)
Annunci agenti Friuli Venezia Giulia (794)
Annunci agenti Lazio (944)
Annunci agenti Liguria (822)
Annunci agenti Lombardia (1346)
Annunci agenti Marche (805)
Annunci agenti Molise (621)
Annunci agenti Piemonte (990)
Annunci agenti Sardegna (562)
Annunci agenti Sicilia (600)
Annunci agenti Trentino (794)
Annunci agenti Toscana (944)
Annunci agenti Umbria (713)
Annunci agenti Valle d'Aosta (654)
Annunci agenti Veneto (1121)
Annunci agenti Estero (422)
Annunci agenti Puglia (260)

Iscrizione al ruolo della CCIAA

I criteri per l’iscrizione al Ruolo agenti e rappresentanti di commercio, istituito presso ciascuna Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, sono stabiliti dalla legge 03.05.1985, n. 204 (G.U. n. 119 del 22.05.1985) concernente Disciplina dell’attività di agente e rappresentante di commercio e il relativo Decreto Ministeriale 21.08.1985 (G.U. n. 212 del 09.09.1985) Norme di attuazione della Legge 03.05.1985, n. 204.

La domanda di iscrizione va presentata alla Commissione istituita presso la Camera di Commercio della Provincia di residenza. Molte Camere di Commercio stanno recependo la sentenza della Corte Europea la quale ha stabilito la libera circolazione, per gli stati membri della Comunità Europea, degli agenti di commercio. Pertanto può essere effettuata l'iscrizione direttamente al Registro Imprese della CCIAA senza dover effettuare l'iscrizione al Ruolo Agenti. (Informasi presso la propria CCIAA).


SOGGETTI ABILITATI AD ESERCITARE L’ATTIVITÀ DI AGENZIA COMMERCIALE (persone fisiche/società)
SOGGETTI NON ABILITATI AD ESERCITARE L’ATTIVITÀ DI AGENZIA COMMERCIALE (persone fisiche/società)

agente di commercio

mediatore

rappresentante di commercio

procacciatore di affari

subagente

commissionario

agente per la tentata vendita

dipendente

agente con deposito

agente di assicurazione

agente che commercia anche in proprio

agente immobiliare

agente che vende a privati consumatori che acquistano per uso proprio

agenzia di viaggi e turismo

 

raccomandatario marittimo

 
REQUISITI PER ISCRIVERSI - ART. 5, L. 204/1985:
il soggetto deve essere in possesso dei seguenti requisiti:


1. REQUISITI DI CARATTERE FORMALE:

  • essere cittadino italiano o cittadino di uno degli stati membri della comunità europea ovvero straniero residente nel territorio della repubblica italiana;
  • godere dell’esercizio dei diritti civili;
  • non svolgere:
    • attività in qualità di dipendente presso: persone o associazioni o enti pubblici o privati;
    • attività per la quale è prescritta obbligatoriamente l’iscrizione nei ruoli dei mediatori;
  • aver assolto la scuola dell’obbligo conseguendo il relativo titolo;
  • non essere interdetto o inabilitato, né fallito;
  • non essere condannato (con sentenza passata in giudicato):
    • per delitti contro:
      • la pubblica amministrazione;
      • l’amministrazione della giustizia;
      • la fede e l’economia pubblica;
      • l’industria e il commercio;
    • per delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a 2 anni e nel massimo a 5 anni, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione.
      N.B.: qualora ci sia stata sospensione condizionale della pena, permane il diritto all’iscrizione a ruolo o la non cancellazione dal ruolo stesso.


DEPENALIZZAZIONE DEI REATI MINORI: il D.Lgs. 30.12.1999, n. 507 (pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 233/L alla G.U. n. 306 del 31.12.1999), in attuazione della legge delega n. 205/1998, ha trasformato in illeciti amministrativi numerosi reati minori. Il provvedimento è divenuto operativo il 15 gennaio 2000 (15 giorni dopo la pubblicazione in G.U.), fatta eccezione per la parte riguardante l’emissione di assegni senza autorizzazione e l’emissione di assegni senza provvista, che andrà a pieno regime solo con l’approvazione di un regolamento ministeriale (sentita la Banca d’Italia e il Garante per la protezione dei dati personali) per il funzionamento dell’archivio informatico in cui verranno inseriti i nominativi di coloro che staccano assegni senza copertura. Per l’emanazione del regolamento ci sono 180 giorni di tempo dall’entrata in vigore del decreto.

2. REQUISITI DI CARATTERE PROFESSIONALE:

A) frequentare con esito positivo uno specifico corso professionale istituito o riconosciuto dalle Regioni. I corsi professionali, previo riconoscimento delle regioni, sono organizzati da:

  • ENASARCO;
  • CCIAA;
  • altri enti pubblici o privati legalmente riconosciuti, le cui finalità istituzionali prevedono anche la formazione professionale;
  • imprese o loro consorzi;

DURATA MINIMA DI FREQUENZA: 80 ore di insegnamento da svolgersi al massimo in un trimestre.
MATERIE OBBLIGATORIO DI INSEGNAMENTO: nozioni di diritto commerciale, disciplina legislativa e contrattuale dell’attività di agente e rappresentante, nozioni di legislazione tributaria, organizzazione tecnica di vendita, tutela previdenziale e assistenziale degli agenti e rappresentanti di commercio.
ESAME FINALE: viene sostenuto dinanzi ad un’apposita Commissione.
ovvero
B) essere in possesso di specifici titoli di studio abilitanti, quali:
1. diploma di scuola secondaria di secondo grado ad indirizzo commerciale - art. 5, punto 3, C.M. Ind. Comm. Artig. 10.12.1985, n. 3092/c; C.M. Ind. Comm. Artig. 29.04.1986, n. 109 - ottenuto presso:

  • istituti tecnici commerciali, con le relative specializzazioni: indirizzo amministrativo, indirizzo commerciale, ragioniere, perito commerciale, programmatore, perito sezione commercio con l’estero;
  • istituti tecnici per periti aziendali e corrispondenti in lingue estere;
  • istituti tecnici per il turismo;

2. diplomi equipollenti rilasciati da istituti professionali di stato per il commercio - C.M. Ind. Comm. Artig. 17.05.1991, n. 3243/c:

  • diploma di maturità professionale:
    • analista contabile;
    • segretario di amministrazione;
    • operatore commerciale;
    • operatore commerciale dei prodotti alimentari;
    • tecnico delle attività alberghiere;
    • operatore turistico;
  • diploma di qualifica professionale:
    • addetto alla contabilità d’azienda;
    • addetto alla segreteria d’azienda;
    • addetto alle aziende di spedizione trasporti;
    • addetto alla conservazione dei prodotti alimentari;
    • addetto agli uffici turistici;
    • addetto a segreteria e amministrazione d’albergo;

3. tipi di laurea in materie giuridiche o commerciali:

  • Economia e Commercio;
  • Giurisprudenza;
  • Scienze Politiche;
  • Scienze Economico-marittime;
  • Scienze Statistiche;
  • Sociologia;
  • Scienze Economiche;
  • Scienze Economico-bancarie;
  • Economia Politica;
  • Economia Aziendale;
  • Scienze Bancaria e Assicurative;


ovvero
C) aver prestato in qualità di lavoratore dipendente la propria opera presso un’impresa per almeno 2 anni, anche se non continuativi, negli ultimi 5:

  • con qualifica di viaggiatore piazzista;
  • con qualifica di dirigente o di dipendente qualificato con appartenenza ai due livelli più elevati dei rispettivi contratti di lavoro.

 

TERMINI DI ACCETTAZIONE O DINIEGO DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE: va comunicata all’interessato entro 60 giorni dalla presentazione della domanda. In caso di diniego il Presidente della Commissione deve darne comunicazione all’interessato entro 15 giorni successivi alla delibera.

RICORSO: in caso di non accoglimento della domanda è possibile, da parte dell’interessato, fare ricorso alla Commissione Centrale istituita presso il Ministero dell’Industria del commercio e dell’artigianato entro 30 giorni dalla notifica, dandone, peraltro, comunicazione anche alla locale Commissione a ruolo. Se entro tale termine l’interessato non ha presentato ricorso, il provvedimento di cancellazione diventa definitivo.

TRASFERIMENTO DA UNA AD ALTRA SEDE DA PARTE DELL’ISCRITTO A RUOLO
: entro 90 giorni dal trasferimento di residenza in un’altra provincia, l’agente o rappresentante deve richiedere l’iscrizione presso la Camera di Commercio ubicata nella provincia della sua nuova residenza.

CANCELLAZIONE DAL RUOLO: la cancellazione dal ruolo agente e rappresentante di commercio avviene:
- per richiesta dell’interessato;
- per interdizione o inabilitazione legale;
- per mancanza dei requisiti formali e professionali previsti dall’art. 5 della L. 204/1985.

COSTO DI ISCRIZIONE: € 31,00 per diritti di segreteria, da versare su conto corrente postale intestato alla relativa Camera di Commercio e € 129,11 per le Tasse di Concessione Governativa. 

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA - REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE (D.M. 21.08.1985): vanno allegati i seguenti documenti:

  • certificato di residenza;
  • certificato di cittadinanza per i cittadini italiani e per quelli di uno degli stati membri della UE;
  • titolo di scuola secondaria di primo grado o di grado superiore in originale o in copia autenticata;

STRANIERI O CITTADINI DI STATI DELLA UE: devono allegare l’originale o una copia autentica di un titolo di studio che il Ministero della Pubblica Istruzione abbia riconosciuto equipollente a quello richiesto dalla legge.

  • ricevute dei pagamenti dei diritti;
  • certificazione dei requisiti professionali richiesti quali:
    • attestazione del superamento dell’esame dei corsi professionali
    • attestazione dello svolgimento dell’attività di viaggiatore piazzista o di dipendente qualificato comprovata:
      • dal libretto di lavoro,
      • dalla dichiarazione sostitutiva, o atto notorio, resa dall’aspirante all’iscrizione o dal datore di lavoro attestante il periodo e le mansioni svolte con riferimento al livello di inquadramento contrattuale;

        oppure
    • attestazione del titolo di studio abilitante:
      • copia autentica in bollo di diploma di scuola secondaria di secondo grado ad indirizzo commerciale;
      • copia autentica in bollo di diploma di laurea in materie commerciali o giuridiche.

In alternativa il soggetto, con riferimento alla legge Bassanini, può autocertificare quanto sopra elencato.

REVISIONE DEL RUOLO: il ruolo è soggetto a revisione ogni 5 anni (art. 5, L. 204/1985).

SANZIONI: è prevista la sanzione amministrativa che va da Euro 516 a Euro 2064:
- a carico del soggetto che esercita abusivamente l’attività di agente;
- a carico della ditta mandante che stipula contratti di agenzia con soggetto non iscritto a ruolo.
La commissione provinciale vigila sull’osservanza delle disposizioni ed è tenuta a denunciare all’autorità competente coloro che esercitano la professione di agente o rappresentante senza la dovuta iscrizione a ruolo. 

Nonostante la Corte di Giustizia Ue (sentenze 215/1998 e 456/2000) abbia negato la necessità di iscrizione obbligatoria a un Ruolo per esercitare l’attività di agente di commercio e nonostante una decisione, nello stesso senso, della Cassazione (4817/1999), la Legge Italiana (204/1985) continua a imporre il requisito. Senza l’iscrizione al Ruolo, le Camere di Commercio negano l’iscrizione al Registro delle Imprese all’agente, anche in presenza di un regolare contratto d’agenzia. Contro questa situazione, che pregiudica il corretto gioco della concorrenza, l’Antitrust - in concomitanza con la discussione della Comunitaria per il 2001 - si è rivolta con una segnalazione ai presidenti delle Camere perché rimuovano la strozzatura.
“Tale regolamentazione - scrive tra l’altro l’Antitrust - risulta da tempo superata dalla direttiva 86/653/Cee relativa al coordinamento dei diritti degli stati membri concernenti gli agenti commerciali indipendenti. Nella direttiva l’esercizio dell’attività di agente commerciale indipendente non è subordinato ad alcuna condizione: l’unica facoltà di deroga concessa agli stati membri riguarda, ai sensi dell’articolo 13, la possibilità di prevedere il requisito della forma scritta per la validità del contratto di agenzia”.

 

<< Normativa agenti

fonte quivenditori



Link Consigliati: Sito Gratis - Annunci e Offerte di Lavoro - Software Gestionale  - Software Agenti  - Software Fatturazione  - Software E-Commerce

© CercareAgenti.it
Il Portale Italiano degli Annunci e delle Offerte di Lavoro per Agenti di Commercio, Rappresentanti e Ricerca Venditori
Powered by New Sys

Contattaci